Archivi tag: neuroni

Il Negroni brucia i neuroni

Standard

No, non sto per illustrarvi i risultati di una ricerca scientifica condotta su un campione di essere umani sotto effetto di Negroni. Il mio vuole semplicemente essere il resoconto di una serata passata in compagnia di un bicchiere di Vodka Lemon, due di vino rosso e tre di Negroni, per quel poco che riesco a ricordare (fortunatamente aggiungerei). Sono le 17.17 ed ho scoperto solo alle 16.16 che oggi è venerdì. Mi ero svegliata con la convinzione che fosse sabato e invece poco fa è giunta la dolceamara sopresa. Quando si dice che le cattive notizie arrivano tutte insieme poi, appena ho aperto gli occhi e aver chiesto perdono alla mia testa per gli innumerevoli giri di giostra che le ho fatto fare, ho letto che hanno chiuso Megaupload. Tristezza infinita. “Datemi altri Negroni” – ho pensato. Peccato che il classico metodo “bere per dimenticare” con me non funziona. Ma torniamo alla serata. Ho tirato fuori quella Pamela ballerina che da un po’ di tempo sto cercando di annullare. Dopo un vergognoso passato da discotecara e ballerina di salsa e reggaeton, ho deciso di dire addio per sempre al movimento ondulatorio che il mio bacino effettua ogni qualvolta ascolta musica ballabile. Per fortuna ieri hanno passato solo musica rock e mi sono ritrovata in mezzo ad una pista semivuota a scatenarmi da sola come in preda a convulsioni.  L’unica canzone che ricordo è “Toxicity” dei System of a Down, particolarmente adatta al mio momento di “disorder disoooordeeer” mentale. La cosa davvero preoccupante è che durante quei minuti mi dimenavo di fronte ad un palco immaginando ci fossero davvero loro a suonare… e lo fissavo, lo fissavo finché mi sono resa conto che lì sopra c’era solo un dj. Poi ho capito: il Negroni brucia i neuroni e mi fa tornare adolescente. Per carità, è entusiasmante lasciarsi andare ogni tanto, dare libero sfogo alla parte più selvaggia del proprio io ma quando ti risvegli il mattino dopo con la testa che si auto-punta una pistola addosso, lo stomaco sadico che ti punisce a colpi di frustino e ti sussurra all’orecchio “I’m master and commander” e gli occhi truccati come quelli di Gene Simmons, non è poi così piacevole. “Di solito alle ragazze non piace il Negroni!” – mi hanno detto. Cazzo, perché non sono come le altre ragazze? Perché nel mio corpo c’è un così alto livello di testosterone? Ma soprattutto, perché oltre a danneggiare la mia piccola comunità di neuroni, l’alcool esalta anche il mio masochismo? Non mangio la Sacher perché voglio farmi del male, bevo perché voglio farmi del male, perdo la testa per gli uomini sbagliati perché voglio farmi del male. Che poi secondo me non esistono gli “uomini sbagliati”; esistono gli uomini giusti che diventano sbagliati nel momento in cui la pozione d’amore, comunemente nota come “sopportazione”, perde ogni effetto. Un po’ come il Negroni: mentre lo bevi pensi sia il cocktail giusto perché ti fa risparmiare tempo e denaro nel raggiungimento del fine ultimo ovvero ubriacarsi, ma quando i suoi “benefici” effetti svaniscono diventa un Negroni sbagliato…e il gin diventa spumante brut, ma brut verament!

Annunci